Superato il nodo relativo allʼeventuale obiezione di coscienza dei sindaci. “Nuova stagione, le prime celebrazioni per Ferragosto”

Il Consiglio di Stato ha dato parere favorevole al decreto sui registri per le unioni civili. Il nodo relativo all’eventuale obiezione di coscienza dei sindaci in merito è stato superato perché il testo parla di ufficiale di stato civile: si tratta cioè di una platea molto ampia, come è stato spiegato in conferenza stampa. “Si apre una nuova stagione”, ha commentato il sottosegretario allo Sviluppo economico Ivan Scalfarotto.

“Prima unione civile per Ferragosto” – Il presidente della sezione del Consiglio di Stato Franco Frattini ha spiegato che: “A partire da oggi con il nostro parere, che da il via libera definitivo, il Dpcm può essere adottato dal governo e se il ministero dell’Interno usa il periodo della vacatio legis di 15 giorni per istituire il registro provvisorio previsto dal decreto, l’ufficiale di Stato civile per l’11-12 agosto può raccogliere la documentazione e la prima unione civile può essere celebrata ragionevolmente per Ferragosto”.

“Provvedimento di cui c’era un’assoluta urgenza” – Frattini ha sottolineato che quello sulle unioni civili “è un provvedimento di cui c’era un’assoluta urgenza e che con il nostro parere può essere adottato immediatamente. Nel nostro parere chiediamo tra l’altro che il Viminale prepari e adotti in questi giorni il suo decreto sul formulario, un decreto abbastanza semplice, in modo che tra 15 giorni la prima unione venga costituita”.

TGCOM24