Tobias e Ian sono stati costretti a girare un video di scuse dopo essere stati arrestati a Bangkok per “vilipendio alla bandiera” della Thailandia. “Ci dispiace molto, – dicono i ragazzi italiani nel video pubblicato su Facebook – veniamo da un altro Paese in cui la bandiera non è così importante.
Ci piace la Thailandia e le persone che ci vivono, non sapevamo di infrangere la legge”. Il tribunale militare chiamato a giudicarli potrebbe condannarli alla reclusione e le famiglie dei ragazzi sono sotto shock.
“Sono sconvolta”, ha dichiarato la madre di Ian. Mentre la famiglia di Tobias ha preferito non commentare la vicenda
qui il video del gesto scellerato