Dopo essersi tagliato a zero i capelli, si è fatto tatuare in testa una cicatrice identica a quella del figlio operato per un tumore al cervello. Il padre, che ha deciso anche di non confinare questo gesto nell’ambito familiare, ma di renderlo noto con una fotografia poi diffusa da numerosi social, ha inteso così essere solidale con il figlio in un periodo così doloroso.

E nella maggior parte dei commenti si sottolinea la tenerezza dell’uomo che ha voluto non far sembrare diverso il figlio malato pur scegliendo una maniera talmente estrema come un tatuaggio sulla testa.

In qualche altro commento, invece, si definisce il gesto insensato e inutile per infondere confidenza al figlio.

In altre occasioni, molte delle quali rimbalzate sui social, i familiari e gli amici di persone colpite dal cancro sono state pronte a tagliarsi i capelli, sempre per manifestare solidarietà e vicinanza.

LEGGO.IT