close
LEONE DI LERNIA È MORTO, L’ANNUNCIO DELLO ‘ZOO’ DI RADIO 105: “ADDIO, VECCHIO AMICO”

LEONE DI LERNIA È MORTO, L’ANNUNCIO DELLO ‘ZOO’ DI RADIO 105: “ADDIO, VECCHIO AMICO”

Fabio Alisei ha dato la notizia su Instagram, postando una loro foto insieme. Il 23 febbraio lo staff dello storico programma aveva reso pubbliche le gravi condizioni di salute del conduttore e cantautore, ma alcuni avevano insinuato il dubbio che il malore fosse inventato ad arte per rilanciare Lo zoo.

Con poche parole sui suoi profili social, lo speaker radiofonico Fabio Alisei, suo vecchio compagno ne Lo Zoo di 105, ha annunciato la morte di Leone Di Lernia: “Avevi ragione su tante cose. Addio, vecchio amico mio”.

Classe 1938, diventato famoso per le parodie supertrash in dialetto pugliese di successi dance, Di Lernia aveva raggiunto una popolarità mainstream anche grazie alla partecipazione, nel 2006, all’Isola dei Famosi condotta da Simona Ventura su RaiDue.

Ricoverato il 23 febbraio scorso dopo un malore, Leone Di Lernia è stato in questi giorni al centro di un caso mediatico esploso durante l’ultima puntata di Domenica Live, condotto da Barbara D’Urso. La conduttrice napoletana avrebbe dovuto collegarsi in diretta con il cantante-speaker, ma alla fine era saltato tutto senza un vero motivo, tanto da spingere qualcuno a insinuare che il malore fosse inventato ad arte per rilanciare Lo Zoo di 105. Ieri, Marco Mazzoli in onda aveva replicato a queste accuse in modo sdegnato, prendendosela soprattutto con Mediaset e Dagospia: “Non possiamo dirvi le cose come stanno, ma vi chiedo di fare uno più uno: quando subisci più di un intervento e i medici ti dicono di mangiare ciò che vuoi e goderti la vita, cosa vi fa capire? Imparate una cosa: rispetto!”.

Evidentemente le condizioni del re del trash demenziale erano ormai irrecuperabili, e la notizia della sua morte conferma la veridicità della versione fornita dagli stessi familiari di Di Lernia. Intanto, anche la pagina Facebook dello Zoo ha voluto rilanciare la notizia: “Sembra uno scherzo, uno dei mille fatti dallo Zoo, ma con il cuore spezzato, dobbiamo annunciare che Leone ci ha lasciato questa mattina! Riposa in pace fratello”.

Anche Marco Mazzoli ha affidato a Facebook il suo ricordo: “Sembrava in forma, sembrava pieno di vita, ma la notte ha avuto un tracollo e la mattina successiva mi ha inviato (con fatica) un messaggio vocale in cui diceva che si sentiva debole e che forse sarebbe venuto in radio il giorno dopo, ma quello è stato l’ultimo messaggio da lucido!”.

ILFATTOQUOTIDIANO.IT

“I MIEI DIPENDENTI? SOLO ITALIANI: SONO I CLIENTI CHE ME LO CHIEDONO”: NON APPENA VISIONANO IL MIO PREVENTIVO, QUESTA E’ LA PRIMA RICHIESTA

RENZI: ” SE MIO PADRE E’ COLPEVOLE, PENA DOPPIA!