close
CARI ANIMALISTI, LASCIATE I GRANCHI IN BUSTA E NON FATE COME LICIA COLÒ

CARI ANIMALISTI, LASCIATE I GRANCHI IN BUSTA E NON FATE COME LICIA COLÒ

La denuncia della popolare presentatrice rappresenta per gli esperti di conservazione l’emblema della disinformazione: salvarne uno per ucciderne mille. E così la deridono

Posted by Licia Colò on Sunday, February 5, 2017

Un bel gesto distruttivo che, se anche avesse salvato la vita ai pochi esemplari rimasti in vita in quella scatola, potrebbe avere conseguenze catastrofiche per un intero ecosistema. Peggio ancora, la viralità del video – diffuso anche dai media senza porre mai l’accento su questo particolare gravissimo – darà ad altri l’idea che ripetere il gesto sia una cosa buona, moltiplicando ogni volta il rischio di una strage di animali”. Me lo spiega Paola Fazzi, biologa e zoologa, esperta di conservazione della fauna, che con un post polemico sulla sua pagina Facebook, questo sotto, ha scatenato l’ilarità (la triste ilarità) dei suoi colleghi ricercatori sulla popolare conduttrice.

Schermata 02-2457793 alle 10.33.44

Licia Colò avrebbe potuto fare denuncia ai carabinieri o anche solo ai vertici del supermercato. Ma mai avrebbe dovuto liberare quei granchi in un ambiente naturale senza sapere la specie e la provenienza. Anche se fossero stati animali autoctoni una liberazione da parte di un privato cittadino è comunque sbagliata, perché va seguita e autorizzata.

di Michela Dell’Amico per WIRED

ASIA ARGENTO CONTRO GIORGIA MELONI “LA SCHIENA LARDOSA DI UNA RICCA E SENZA VERGOGNA”

BOLDRINI SCRIVE A ZUCKERBERG: “TROPPO ODIO SU FACEBOOK”