Secondo quanto ricostruito, il commando era composto da quattro uomini armati.

Un furgone portavalori è stato preso d’assalto poco prima delle 9 di sabato a Bollate, nel Milanese. Da una prima stima, i rapinatori sarebbero riusciti a portare via un bottino dal valore di oltre un milione e mezzo di euro. Due guardie giurate, una donna di 35 anni e un uomo di 39, sono stati trasportati dal 118 in codice verde al pronto soccorso.

Furgone bloccato da tre auto e poi assaltato – Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il portavalori era partito dal deposito Battistolli assieme a un altro furgone di scorta. Attorno alle 8.15 sono stati intercettati da tre auto, due Lancia e un’altra vettura modello station wagon, che hanno creato un blocco sulla strada, riuscendo a far fermare i due furgoni.

Commando armato composto da quattro persone – Dalle auto sono scesi in 4, tutti armati di fucile e, secondo quanto raccontato dalle vittime, apparentemente italiani. Hanno costretto l’autista del mezzo di scorta a girarsi di traverso per fermare il traffico, intanto hanno aperto il portellone del portavalori con una fiamma ossidrica e dopo aver preso i gioielli hanno tentato di dar fuoco a una delle auto usate per l’assalto. Infine sono scappati sulle altre due vetture in direzione. Lungo la strada avrebbero lanciato chiodi sull’asfalto.