L’ultima intervista dell’avvocato Aresta, parlamentare membro della Commissione Difesa,  è la più bella di tutto il mondo. Leggetela anche voi e diteci che è bellissima e buonissima come la cioccolata incartata dalle marmotte CLICCA QUI

Una curiosità: ma davvero credete di illudere i professionisti?

Quando radio scarpa funzionava sulle emittenti della naja voi eravate alle prese con le scelte da fare da grandi. Poi, nel frattempo, radio scarpa si è evoluta e sono nati i professionisti che in tutto il mondo operano in modo eccellente e voi siete diventati politici, come tutti gli altri… Anzi, diversi dagli altri, perché gli altri, a differenza vostra, sono stati almeno coerenti…. Perché siete incoerenti? Ve lo spieghiamo!

Questo è quello che prometteva il M5S e i suoi rappresentanti nel 2017.

“equiparare i diritti del personale militare, in termini di tutela della salute, del lavoro e della famiglia, a quelli degli altri lavoratori del settore civile.” 16.871 voti a favore sulla Piattaforma Rousseau su un totale di 19. 702 votanti.

Una decisione quasi plebiscitaria. Ricordiamo ancora l’entusiasmo, vostro.

Le urla di piazza che piano piano si trasformavano in strette di mano, accordi e cravatte firmate.

Lo Stato vi apriva le porte e a voi vi si illuminavano gli occhi. Mentre quelle proposte iniziali diventavano argomento di compromesso sulla pelle dei militari (non si fa).

Fino ad arrivare ad oggi con una proposta di legge bluff, finta, vuota, inutile… Che di sindacato ha solo il nome e nulla ha a che vedere con quei voti su Rousseau e, soprattutto, con i diritti di cui gode la Polizia di Stato.

Ma davvero credete di stappare lo spumante e brindare con i militari?… Che tristezza!
Che festa spenta e che musica scadente!

Le parole dell’onorevole Corda poi sono state le più belle. Le più coinvolgenti… Ci siamo commossi. E per questo siamo arrivati al punto di dire: onorevole beva solo lei questo spumante… Se lo è meritato, i militari non possono e non vogliono brindare con lei. Vogliono rimanere in disparte… Lontani… Preferiscono osservarvi in silenzio mentre ridete alla vostra festa privata.

E Tofalo? Lo avete sentito? Ah no? In effetti non ha detto una parola, un’indicazione. Carisma politico pari a quello dei più grandi statisti del 900. 🙂

Ottima affinità con la poltrona e… fai finta di niente sennò mi vedono.

Vi ricordiamo che Tofalo è in politica dal 2013 e  Sottosegretario alla Difesa dal 2018… Tra un po’ lo fanno senatore a vita per gli ottimi rapporti con le aziende e per come gestisce bene i suoi in Commissione Difesa… Baci e abbracci e andiamo avanti.

Anche lui partito con la rivoluzione e finito al tavolo dei compromessi, anzi, a lui sta andando meglio degli altri. Lo scopriremo tra qualche puntata.

Quasi quasi – dicono nelle camerate – ci manca la Trenta. Fatta fuori dagli stessi suoi alleati allineati coi vertici. Oggi è l’unica che continua a parlare senza paure e in coerenza con le sue idee. Esattamente come L’Onorevole Ermellino che non è vista di buon occhio e vive di rimproveri dentro e fuori il Movimento.

Poi ci sono anche i deputati Rizzo, Russo, Frusone, Rossini, Misiti, Iovino, Iorio, Giarrizzo, D’Uva, Del Monaco, Chiazzese… Un insieme di politici che fanno, fanno, fanno… Ma che fanno? Tutti che promettevano grandi opportunità e che ora, la sola opportunità, se la stanno godendo loro.